Il calcio è un gioco di squadra, fatto anche di singoli calciatori bravi ma funzionali al gruppo.

La lista dei convocati di Antonio Conte, può non trovare d’accordo tanti tifosi e/o addetti ai lavori, ma non vedo calciatori assenti in questo gruppo, che se chiamati al posto di un altro presente, possano cambiare gli equilibri.
Questa è l’espressione massimale di un campionato medio come il nostro e dei migliori italici che giocano all’estero.
Teoricamente, se prendiamo come riferimento il reparto attaccanti, la sommatoria delle reti segnate dai convocati di Conte (Eder, Immobile, Insige, Pelle’, Zaza) hanno segnato quanto un singolo miglior goleador che gioca in ogni altro campionato europeo.
Quindi, i numeri, dicono che non abbiamo proprio un reparto di eccellenza, e tutti sappiamo quanto sia difficile vincere se si segna poco.
Nonostante tutto sono fiducioso, mister Conte troverà il modo per subire poco e fare le giuste reti che ci permetteranno di fare bella figura, siamo una squadra costruita con un’idea precisa di gioco, in grado di cambiare disposizione in campo più volte anche senza effettuare sostituzioni, ed i singoli convocati sono stati selezionati seguendo questa idea.
Come si diceva una volta, saremo una squadra compatta e pronta a pungere, con ripartenza o contropiede, siamo maestri di tattica e di palle inattive efficaci.
Altro motivo di cui vado fiducioso, è il fatto che, molti calciatori si sono riposati, durante l’anno, De Rossi, Sturaro, El Shaarawy, Zaza, Immobile, Pelle, la loro freschezza potrebbe essere un’arma in più.
Il fatto che Buffon, Bonucci, Barzagli, abbiano giocato tanto, non mi preoccupa, loro non sono “calciatoti normali”, più vincono e più hanno fame di vittorie, saranno trascinatori, mi preoccupa la condiziine fisica di Chiellini, e la stanchezza di Candreva e Florenzi.
Parolo, Darmian, Eder, Insigne, le reputo garanzie assolute, gli altri non citati, rientrano comunque in una buona media di valori di campo.
Con questi presupposti possiamo dire la nostra, chi fa bene in una competizione di un mese, a fine stagione, solitamente sono le squadre che stanno meglio fisicamente, i valori tecnici non si allineano o azzerano, ma si assottigliano assai le differenze.

Buon calcio a tutti/e.
P5D

Niente sembra in vendita, ma tutto si può comprare, anche le partite.

Difficile non capire meglio la differenza di organizzazione fra chi delinque, e quella di chi scopre il reato, stabilire e far scattare la sanzione che dovrà determinare la pena futura per i colpevoli.
Notizia di stamattina:
Sono stati raggiunti da misura cautelare, sette persone che hanno scommesso, illecitamente, sulle partite di calcio del campionato maschile di serie B, peccato che si stia parlando del campionato 2013/14, gare in oggetto relative all’anno 2014.
E’ appena terminato il campionato 2015/16, siamo in ritardo di due anni, cui le medesime persone (e tante altre), avranno avuto il tempo di scommettere, illecitamente, su altre migliaia di partite giocate dopo quel periodo.
Probabilmente, mancano organizzazione, capacità, mezzi e risorse, per contrastare chi delinque, ma ritengo inutile agire con questo ritardo di tempo, biblico.
Si agisce come se andassimo in guerra a cavallo, con fionda, lance, arco e freccia, contro coloro che possono usufruire di mitra e carro armati.
Buon calcio a tutti/e.
P5D

Juventus-Milan risultato finale

Come dicevo nel post pubblicato pocanzi, relativo alla gara vista nella prima frazione di gioco, i fatti mi danno ragione.

I cambi della Juventus alla fine hanno fatto la differenza, Alex Sandro, Cuadrado e Morata, hanno fatto pendere l’ago della bilancia verso la Torino bianconera.

I Rossoneri non hanno demeritato sul lato dell’impegno, ma il calcio non è una specialità delle gare di atletica leggera.

È anche tecnica, tattica, visione e tempi di giocata, oltre che gioco di squadra nelle due fasi.

Ed oggi nella fase offensiva, entrambe hanno fatto poco e neppure bene.

Buon calcio.

P5D

Juventus-Milan 1° tempo.

È stato un primo tempo giocato perlopiù in modo fisico ed atletico, da ambo le parti, due squadre che vanno fuori giri e con una intensità troppo elevata per poter aspirare a qualche trama di gioco apprezzabile.

Unico aspetto tattico di rilievo, è il fatto che Brocchi ha rinunciato al trequartista, lo ha capito dopo qualche gara di troppo, che probabilmente i giocatori in rosa si trovano a proprio agio giocando in un altro modo.

Sul lato agonistico sembrano crederci piu i rossoneri, ma la Juventus, ha qualità, sopratutto in panchina per fare sua la coppa, calciatori che possono risolvere la gara.

Vedremo il secondo tempo.

P5D

I Cinesi si tingono di azzurro…?!

Ventura CT dell’Italia, e Lippi direttore tecnico, con Cannavaro vice allenatore, significa, via libera per Marco Giampaolo allenatore del Milan, finalmente, un allenatore convinto del modulo preferito da Berlusconi (1-4-3-1-2) che non venderà ai cinesi, ma probabilmente, questi ultimi sponsorizzeranno l’Italia.
Anche questo si chiama “calcio moderno” 😉

Mi piaceVedi altre reazioni

C

Ha vinto Lotito

Nonostante la sua Lazio non abbia fatto un gran campionato, per Lui è stata comunque una stagione vincente.

Ha salvato il Catania in Lega Pro, porterà il Bari ai play off di serie B (riuscendo a venderlo a cifre importanti), ha fatto un buon campionato di B con il suo Brescia, forse potrebbe steccare con la Salernitana per la salvezza sempre più difficile da centrare, ma sopratutto è riuscito a far retrocedere Carpi e Frosinone nuovamente in serie B.

Annata fantastica….!

P5D

 

 

Sono tantissimi ma solo una/o è vincente…..

Quasi tutti i campionati nazionali europei, e la fase finale delle gare di coppa continentale, volgono al termine, e come ogni anno, vi sono tanti mugugni e delusioni, tanti rimpianti per il consuntivo, e qualche speranza preventiva, affinchè la nuova stagione, che inizierà ufficialmente il 1° Luglio, potrà dare quelle soddisfazioni sportive non conseguite quest’anno.

Sarà sempre la stessa storia, la medesima corsa verso l’obbiettivo, dove tantissime squadre vorranno ambire al primo posto finale di ogni competizione cui parteciperanno, ma per una che arriverà prima, tante altre rimarranno inevitabilmente sconfitte e deluse.

Accade un pò in tutti le competizioni, è nella natura umana, accade in tutte le case, in tutte le coppie, in tutte le scopate del mondo (o atti d’amore), dove la speranza di ogni spermatozoo, è quella di arrivare primo al traguardo, di essere decisivo per il concepimento, e tutti gli altri saranno perdenti, sconfitti, morenti.

Tutto sommato per le squadre di calcio è più facile, non lottano fra decine di milioni di squadre in ogni competizione, stanno molto meglio degli spermatozoi, ed anche se molte di esse falliscono dopo qualche anno, campano molto più della durata di una scopata.

Buon calcio (e non solo) a tutti/e…..

P5D

 

Anche quest’oggi alcuni verdetti, Lega Pro:

I giochi sono fatti, Pordenone, Bassano, Pisa, Maceratese, Foggia, Lecce, Alessandria e Casertana, sono qualificate per i play off, dove soltanto una di queste squadre, conseguirà il diritto di partecipare al prossimo campionato di serie B, seguendo le tre vincitrici dei gironi di Lega Pro, Cittadella, Spal, Benevento. Questi gli abbinamenti delle gare play off:

Foggia – Alessandria
Pordenone – Casertana
Pisa – Maceratese
Lecce – Bassano

Queste le gare che daranno la vincente dei play off, che verranno disputati dalle seconde e terze classificate dei tre gironi e dalle due migliori quarte. I play-off si disputeranno in turno preliminare a gara unica e in semifinali e finali in gara doppia, dando il vantaggio del fattore campo, alle squadre meglio piazzate in classifica. Non vale la regola delle reti in trasferta, né quella del vantaggio derivante dalla migliore posizione in classifica, e/o della differenza reti in stagione regolare: a parità del computo dei goal complessivi, al termine dei tempi regolamentari sono previsti due tempi supplementari da 15 minuti ciascuno ed eventualmente, in caso di ulteriore parità, vi saranno i calci di rigore.

Per la cronaca, lo scorso anno, vinse il Como, in finale contro il Matera, i Lariani, arrivarono in gran forma, come i Lucani, e furono anche fortunati; in queste gare, l’equilibrio viene spesso spezzato dallo stato di forma del momento. Foggia, e Bassano, parteciparono alla fase finale anche lo scorso anno, ma non ebbero grande fortuna.

Buona serata.

P5D

Di rossoblu isolano, non esiste solo l’originale…..

Ieri è stata una gara importante, per società, staff tecnico e squadra, oltre che per i propri sostenitori, e simpatizzanti della seconda squadra rossoblu sarda (per cronologia generazionale, non per risultati sportivi). La vittoria allo stadio San Nicola di Bari, ha sancito la matematica risalita nella massima categoria calcistica nazionale. A trarne beneficio sarà l’intero movimento sardo (non solo sportivo, ma anche economico), la massima serie crea seguito ed indotto lavorativo differente rispetto alla serie B sportiva. Detto ciò rimango tifoso Torresino, ma da persona obbiettiva, devo ricordare che proprio ieri mentre il Cagliari risaliva in serie A, la squadra “Rossoblu originale” ha subito l’ennesimo schiaffo mediatico, conseguendo due punti di penalizzazione, perchè la società conduttrice pro-tempore (o fino ad un mese fa, ancora non si capisce), ha subito una giusta condanna dalla federazione per la vertenza dei suoi dipendenti, a causa delle non corrisposte spettanze dovute. Buon calcio a tutti/e.

P5D

Siamo tutti patentati…..ma non è detto che siamo anche abili.

Chi ha stabilito che ognuno debba avere il patentino per poter allenare, non è certo la genesi, ma persone come noi, che a loro volta hanno preso i nostri medesimi patentini, essendo stati patentati da altre persone come noi, che sono nati prima di noi, senza patentino, ma non per questo motivo erano più o meno capaci di noi. Del patentino di allenatore, mi è sempre importato poco, se non altro mi serve per stare dentro le regole pallonare, non credo sia l’unità di misura che determina le capacità allenanti, reali o presunte, ma tutto e business, anche un pezzo di carta, che viene concesso a tutti coloro che si iscrivono ad un corso entrando nella graduatoria e pagando la quota d’iscrizione obbligatoria; unico requisito, frequentare il corso. Per il resto tutto è aria fritta, chi non capiva di calcio, a fine corso rimarrà tale a prima, così come colui che aveva idee valide.                                               E’ un pò come quando uno prende la patente per l’auto, se sapeva usare l’auto prima del conseguimento dell’abilitazione, supererà egregiamente l’esame, ma non è certo durante l’esame o al corso di guida che si impara ad usare l’automobile. Qualora si volesse fare una prova sfido chiunque a mettere una patente sul volante, per vedere se la vettura parte, oppure un patentino sulla panchina, poi mi dite se la squadra ha vinto. Il fine settimana calcistico ha avuto inizio, quindi buon calcio anche a coloro che non hanno il patentino, il cui parere vale come quello dei circa settantamila italici patentati.

P5D